Forex trading, il mercato ideale per il trading online

In un mondo pieno di possibilità di investimenti di vario genere, il trading forex risulta essere una opportunità in forte espansione, specialmente negli ultimi anni. Grazie alla pubblicità sul web, i social, la televisione e le numerosissime recensioni di persone che si rivelano entusiaste di questa attività finanziaria, il forex trading è diventato davvero molto famoso. Ma quando si sente parlare di questo termine a cosa ci si riferisce? È davvero un’attività che possono praticare tutti? Brevemente verranno date tutte le informazioni necessarie per iniziare a conoscere questo mondo particolare, le meccaniche e i professionisti del settore che rendono possibile a milioni di persone di investire il proprio denaro.
Che cosa è il forex trading?

Quando si sente parlare di forex trading non si fa altro che citare un’attività di tipo finanziario che consente di speculare sul andamento di un determinato tipo di asset all’interno della borsa. Le persone che si applicano per poter avere un profitto si chiamano trader, e grazie alla presenza di figure professionali denominate broker, si riesce ad operare in maniera assidua all’interno del mercato finanziario.

Il rischio nel praticare il forex trading

Naturalmente questo tipo di impiego, se così si può definire, non è assolutamente esente da rischi; infatti, le persone che lavorano da molto tempo con il forex trading sanno bene che a causa dell’instabilità dei mercati questo tipo di attività risulta essere molto difficile, e sovente può portare alla perdita di somme di denaro varie. Tutto questo, come detto precedentemente è causato dall’instabilità della borsa, che impedisce all’eventuale investitore di indovinare l’andamento di un determinato asset, come le azioni di una società, la valuta di una nazione o i bond di uno stato sovrano. Le variazioni di tendenza sono modificate in base a un buon numero di variabili, che molto spesso non dipendono dal mondo economico finanziario, ma anche dal mondo politico, dalla stabilità dei governi e da eventi come le guerre.

Chi può praticare il forex trading?

La domanda che fa da titolo di questo paragrafo risulta essere una delle più presenti nelle menti delle persone che vorrebbero approcciarsi al mondo del trading, ma rimangono dubbiose sulla effettiva possibilità di praticare tale attività. In primis è bene chiarire che il forex trading può essere praticato da chiunque abbia desiderio di investire un po’ del proprio denaro in qualche asset finanziario, ma non solo, deve anche avere una buona pazienza e non mollare tutto alle prime perdite. Naturalmente prima di andare a investire il proprio denaro in qualcosa che non si conosce è bene imparare qualche informazione su alcune meccaniche che guidano questo mondo. Il tempo di apprendimento di questi dati, che possono fare la differenza tra un investimento ben riuscito e basato su scelte ponderate e ragionate e un investimento fallimentare dettato dall’impulso è determinato principalmente dalla buona volontà di chi si vuole dedicare al forex trading. I trader più famosi, che guadagnano montagne di soldi con la propria attività, hanno avuto un periodo di apprendimento e perfezionamento delle proprie conoscenze che è durato anni, arrivando a conoscere tutte le variabili che possono influenzare un investimento e a considerarle quando è il momento di utilizzare il proprio denaro. Tutte le regole che aiutano il trader a effettuare scelte mirate a proteggere i propri risparmi e fare azioni corrette vengono raggruppate in una sorta di disciplina chiamata gestione del rischio del capitale, che dovrebbe essere una delle prime cose che un principiante dovrebbe apprendere.

La figura dei broker

Per poter effettuare tutte le operazioni, anche le più basilari come consultare l’andamento di un determinato asset, è necessario avvalersi dei servizi offerti da una determinata figura professionale, ossia i broker. Quest’ultimi quindi risultano essere il tramite con il quale il trader, comodamente da casa sua e con l’ausilio di un computer o smartphone, agisce sul mercato finanziario, valutando tutte le attività da fare. Quindi, come si può immaginare, la scelta di un broker è molto importante, dal momento che i soldi da utilizzare nel forex trading verranno depositati su un conto personale aperto proprio presso questa figura professionale. Nel web vi sono moltissimi annunci e siti di broker che promettono lauti guadagni senza rischi, ma il più delle volte sono truffe, che spesso e volentieri attirano i meno esperti in cerca di un guadagno facile. Le attività effettuate da queste figure professionali risultano essere sempre monitorate da organismi che valutano come viene fornito il servizio a tutti i clienti, e se viene fatto nel pieno rispetto delle norme e delle leggi in vigore nelle nazioni in cui il broker decide di operare. In Italia questa attività di monitoraggio è compiuta dalla Consob. Per questo motivo è bene concentrare la scelta di un broker tra quelli che vengono continuamente monitorati, in mondo da evitare spiacevoli conseguenze.

Il forex trading e le valute

Come detto precedentemente, praticando il forex trading si sta andando a investire il proprio denaro su un determinato tipo di asset, ossia le valute, che in altre parole, sarebbero le monete in vigore all’interno di determinate nazioni, come l’Euro, il Dollaro americano, la Sterlina e così via. Le valute accettate nel forex trading vengono messe in coppie ( Eur/Usd, Usd/ Eur). Quindi un trader, quando va a investire il proprio denaro in questo modo non fa altro che comprare una determinata valuta (indicata dalla sigla a sinistra della coppia) e rivendendo lo stesso quantitativo corrispondente in valuta indicata dalla sigla a destra. Un’esempio può essere iò seguente: se io decido di prendere in considerazione la coppia di valute Eur/Usd aprendo una posizione, andrò a comprare l’Euro come valuta, ma allo contemporaneamente starò vendendo lo stesso quantitativo acquistato sotto forma di dollari americani.

Tipi di posizioni esistenti

Quando si opera all’interno del mondo del forex trading, il trader in questione non fa altro che aprire o chiudere una posizione che può essere di due tipi: long e short. Le posizioni long sono quelle aperte scommettendo sul rialzo del valore di una determinata valuta, in modo da rivenderla ad un prezzo più alto e averne un guadagno. Le posizioni short invece sono quelle che vengono aperte quando è previsto un ribasso del valore di una valuta, in modo da comprarla ad un prezzo più basso una volta chiusa la posizione stessa.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *